Garlic bread, il pane all’aglio 

Come, no? Non è possibile! Ogni tanto mi accorgo di prepare spesso delle ricette e di non  avervele mai raccontate qui. Perdonatemi.  Anzi, no, dovreste saperla questa ricetta se foste già felici possessori di una copia di Comfort Foodie. Per chi non l’avesse – male! – ve ne parlo oggi, anzi la ricetta è pure

Il sugo al rosmarino, quello della mia mamma

E rieccomi, con ancora addosso i postumi di una splendida Festa della Rete, per tornare a parlarvi di cibo, e se possibile di comfort food. Avrò modo, un post dopo l’altro, di raccontarvi quanto (mi) è accaduto nel corso dei tre giorni a Rimini, ma voglio partire da una delle ultime cose che ho fatto

Le polpette al vino bianco

L’elogio della polpetta è il titolo che darei a un libro sulle polpette, se mai mi venisse voglia di scrivere uno. Questo secondo piatto, visto spesso come un rifugio di avanzi culinari, è in realtà una delizia che vanta anni di storia e nella sua semplicità è uno dei cibi che più amo. Di libri