I biscotti: ideali dalla colazione all’ammazza caffè

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo”] Iniziamo con una ricetta, come sempre di quelle buone e che siano perfette per garantire un buon risveglio tutta la settimana. È da un paio di mesi che mi cimento nei biscotti, nel senso bis-cotti: cotti due volte. Ho cominciato guardando un video di Giulia, poi chiedendo a Giulia le

Shortbread: i biscotti con i piedini

Una coperta scozzese. Conoscete immagine più calda e avvolgente? Mettete al suo fianco un vassoio con tè inglese di quello buono e un piccolo cestino ricolmo di shortbread e siete subito al di là della Manica. I migliori shortbread commerciali sono i Walkers, credo concorderete con me: le belle scatole in latta per le festività,

Banana Muffins con noci, nocciole e mandorle

Mio figlio mangia spesso le banane, ma altrettanto spesso rimangono per giorni nella dispensa senza che nessuno le tocchi. Quando diventano nere nessuno le vuole più toccare, tranne io. E non certo per mangiarle, ma perché più la banana è matura e meglio viene il banana bread per la colazione. Questo pane di banane americano

French Toast ripieni

È da quando vidi “Kramer contro Kramer” che ho la passione per i french toast. Diciamo da sempre. Non è però da sempre che li cucino, anzi ho iniziato l’anno in cui andai a convivere, sempre per la serie: “cucino al meglio per chi amo”. Così, quando capita, quando me ne ricordo, la variazione su

Le crêpes dolci da farcire

“Posso fare le crêpes?” “Quando?” (disse lei alle 23:00 di giovedì sera) “Ora. Le faccio io, tu mi dici cosa metterci e io le faccio, che ci vorrà?” “È che la pastella deve riposare” “Ma no, non è vero” “Scusami, lo saprò? Fidati, se vuoi fare le vere crêpes la pastella deve riposare almeno un’ora” “Perché?”