Scones: il comfort food del mio papà

Oggi è la festa del papà e mentre sarete tutti intenti a cercare in rete la ricetta per preparare le tradizionali zeppole di San Giuseppe, qui parliamo di madeleine, in senso proustiano.
Già perché il comfort food di oggi non è altro che un ricordo culinario di mio padre, di quei pochi anni vissuti con la sua mamma, la bella Joyce di Dublino (no, non scherzo, si chiamava così ed era di Dublino).
Così oggi per fare gli auguri al mio papà riporto il brano di “Due cuori e un fornello” che racconta l’amore di mio papà per il profumo dei biscottoni da colazione irlandesi e vado a prepararli per i maschi di casa.

Joyce, così si chiamava mia nonna: ottima cuoca, golosa e di gran temperamento.
Joyce sfornava scones di continuo e fu proprio quando tentai per la prima volta di prepararli che mio padre, stimolato dal profumo che usciva dal forno, mi raccontò il ricordo più caro che gli è rimasto della madre: “Una volta mio padre voleva sgridarmi. Io scappai e mi andai a rifugiare tra le gambe di mia madre (le arrivavo alle ginocchia, più o meno). Lei aveva addosso il grembiule sporco di farina e l’odore di scones riempiva tutta la casa: affondai la faccia tra le sue gambe impaurito, lei mi ac- carezzò la testa. Non disse nulla, ma lanciò a mio padre uno sguardo deciso e lui (un uomo alto due metri, burbero e rigoroso) girò i tacchi, senza dire una parola. La mamma, che sembrava fragile e dolcissima, in realtà era una donna forte e caparbia. Mentre mi guardava, i suoi occhi si strinsero in un sorriso. Aveva il tuo stesso modo di strizzare gli occhi. Non ho molti altri ricordi, ma quel volto e il profumo di scones li ricordo come fosse ieri.

Scones

Recipe Type: Colazione
Cuisine: Inglese/Irlandese
Author: Ilaria Mazzarotta
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 220g di farina
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 50 g di burro morbido
  • 100 ml di yogurt bianco e 80 ml di latte (oppure 150 ml di latte o, ancora, 150 ml di latticello)
  • 4 cucchiai di zucchero.
Instructions
  1. Setacciate la farina con il lievito, lo zucchero, il sale e il bicarbonato, poi unitevi il burro ammorbidito e cominciate ad impastare con le mani o nella planetaria a velocità minima con il gancio per impastare. Quando avrete amalgamato bene ingredienti secchi e burro aggiungete il mix latte+yougurt lentamente e impastate fino ad ottenere un impasto molto morbido, ma malleabile. Infarinate il piano da lavoro e stendete la pasta ottenuta alta 1, 5 cm. Con una formina tonda (circa 5 cm di diamentro) o un bicchiere intagliate gli scones e sistemateli su una teglia rivestita di carta forno. Spennellate i vostri scones con il latte e infornate per 15 minuti a 180°.

 

4 Replies to “Scones: il comfort food del mio papà”

  1. Che bel ricordo, proprio proustiano!
    la cucina dei ricordi è la migliore, io ne sono piena e spessissimo intenta a cucinare mi tornano alla mente pensieri, profumi e ricordi.

  2. Post tenerissimo,penso che tuo Papa’debba essere molto fiero di te,te lo meriti !
    Non e’ neppure in contraddizione il fatto che tu unisca questa poesia di pensiero a delle ricette.
    La scelta delle ricette che condividi con noi fa parte di te e ti assomiglia,
    ,come questi dolcissimi ricordi che ‘ condividi con noi con altrettanta generosita’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.