Non la solita zuppa di fagioli

Non la solita zuppa di fagioli

Ho fatto la zuppa di fagioli, ma possiamo anche chiamarla vellutata.
Quella che vedete infatti, calda, anzi caldissima, con un generoso giro d’olio e del pepe macinato al momento è il mio comfort food preferito da quando ho la Steam Blender di Hotpoint Ariston.
Accade infatti che io, già rinomata amante di zuppe, vellutate e minestroni di qualunque specie, abbia trovato con questo nuovo elettrodomestico la quadratura del cerchio.

All’interno del mio immaginario cerchio da “inquadrare” si trovano le seguenti esigenze: voglia di leggerezza, mancanza di tempo, piacere di usare ingredienti freschi, costante necessità di cibi comfort.

Tutte queste necessità sono state soddisfatte dallo Steam Blender che nel giro di mezz’ora mi ha permesso di ottenere la suddetta quadratura desiderata.

La ricetta la troverete a fine post, come sempre, ma ne approfitto per darvi qualche altra informazione sulla zuppa e sui fagioli.

La zuppa

La mia zuppa è un umile omaggio al “Mangiafagioli” di Carracci.

Carracci_-_Der_Bohnenesser-1

L’idea di creare questa zuppa nasce per presentarvi un altro progetto Hotpoint che potrete scoprire nei prossimi giorni sui miei canali social e ovviamente su quelli di Hotpoint Ariston: FoodArt, un vero e proprio museo virtuale dedicato al cibo e alla sua trasformazione in opera d’arte, che vi consiglio vivamente di visitare. Potrete ammirare i lavori della home enomist e potrete vincere dei buoni sconto per la linea HD di Hotpoint, tra i quali trovate il mio steam blender.  Vi dico anche che la vellutata, lo steam blender e io siamo i protagonisti di un breve video che vi mostrerò presto!

Piccoli tips

  1. I fagioli: ho comprato dei borlotti freschi, siamo ancora in stagione, e vi consiglio di passare un pomeriggio a sgranarne un bel po’ perché potrete anche congelarli e averne sempre di freschi quando ne avrete voglia, senza dover ammollare i secchi – altrettanto buoni – per 24 ore.
  2. Niente soffritto: la cosa più bella di cuocere a vapore è che tutti gli ingredienti vengono preparati insieme e senza necessita di soffritti, anche perché con la cottura a vapore i sapori e i profumi delle verdure rimangono intatti e meravigliosi.
  3. Il sale, solo alla fine: mi raccomando, che usiate fagioli freschi o ammollati, salate la vostra zuppa solo alla fine per evitare che la buccia si indurisca.

Vellutata di fagioli al vapore

  • 250g di fagioli borlotti freschi o ammollati
  • 1 carota, a pezzi
  • 1 gambo di sedano, a pezzi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 scalogni
  • 1 patata media
  • 1 pomodoro
  • 1 rametto di rosmarino, solo gli aghi, lavato e pulito
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva

Inserite nel bicchiere dello steam blender tutti gli ingredienti e i fagioli nel cestello, per controllarne meglio la cottura in maniera separata. Impostate il timer a 30 minuti, riempite il serbatoio d’acqua e premete “Start”.
Una volta cotta, regolate con il sale, frullate fino a ottenere la consistenza desiderata.
Condite con olio e pepe. E magari qualche crostino di pane bruscato



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.