La torta ricotta e marmellata di visciole e lo showcooking Zuegg

Questa volta mi sono proprio superata!
Il miglior complimento quando si prepara una ricetta è quello da chi certi ingredienti non li mangerebbe mai. È il caso della marmellata, qualunque marmellata, di cui io e Tommaso sia dei divoratori irrefrenabili (per dire: Tommaso potrebbe tranquillamente mangiare mezzo barattolo di marmellata a cucchiaiate senza fermarsi e ha solo 24 mesi), mentre il Convivente non ne è poi così goloso.
Quando ci sono i pancake, per dire, lui li copre di crema alle nocciole, io di marmellata.
Così potete immaginare come sia stato semplice per me accettare la gentile richiesta di Zuegg quando mi è stato proposto di realizzare uno shocooking a base di marmellate. Per altro tra le confetture che utilizzerò c’è la mitica confettura di visciole, che fino a poco tempo fa era praticamente introvabile. Credo che molti a Milano e dintorni si chiedano ancora oggi: “Ma che sono le visciole?
Dato che cucinare per me è prima di tutto una passione, ma sempre più spesso un mestiere, sono il tipo che si aggiorna, studia e cerca la migliore ricetta possibile. E così – parlando di visciole – posso dirvi che non c’è migliore ricetta al mondo della torta ricotta e visciole che si compra da Boccione, la pasticceria ebraica del ghetto di Roma al Portico d’Ottavia.
La migliore torta alle visciole e la migliore torta di ricotta e cioccolato le trovate lì e chiaramente entrambe le ricette sono segrete.
Così solo la ricerca, i ricordi del mio palato e un pizzico di fortuna mi hanno permesso di realizzare una torta che si avvicina al 90% a quella di Boccione e che è finita in pochissime ore, complice la mega fetta che si è preso questa notte proprio il Convivente.
Commento a caldo: “Amore, è pazzesca!”. Commento a colazione di Tommaso, ficcando le dita tra la marmellata e la ricotta: “Mmmh, bono!”

Vi lascio la ricetta, ma per assaggiarla dal vivo, potete anche venire il 23 maggio all’Open Day di Zuegg presso la Cascina Cuccagna di Milano dalle 11:00 alle 17:30: dalla colazione, al pranzo e fino alla merenda potrete assaggiare le mie preparazioni in tempo reale a base di marmellate Zuegg.
Vi aspetto!

  • 200 g farina
  • 65 g zucchero
  • 45 g burro
  • 2 tuorli
  • 1 albume
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • 1 pizzico di sale
  • Zeste di limone
  • Per il ripieno:
  • 350 g di ricotta di pecora
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo (+ 1 uovo per l’esterno della torta)
  • 350 g di marmellata di visciole

Impastare insieme gli ingredienti per la frolla. Se dopo un po’ non si amalgamassero bene, aggiungete un goccio di latte. Lasciate riposare in frigo almeno un paio d’ore.
Imburrate e foderate la tortiera con la carta forno.
Stendete ¾ della frolla e sistematela nello stampo creando dei bordi alti.
Riempite con la marmellata, poi aggiungete la crema ottenuta sbattendo qualche minuto insieme la ricotta, lo zucchero e l’uovo.
Stendete la frolla che rimane e copritevi la torta, richiudendo il lato inferiore sui bordi.
Spennellate la superficie con un uovo leggermente sbattuto.
Infornate a 180° per circa 45 minuti.
Lasciate raffreddare e servite.

4 Replies to “La torta ricotta e marmellata di visciole e lo showcooking Zuegg”

  1. Ciao volevo chiederti con questa dose quanti cm deve essere la tortiera che devo utilizzare xche utilizzi il lievito x pizze e non x dolci e quanto deve essere spessa la frolla stesa,grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.