La prima pappa: ricomincio da capo

Ho due figli, ma in effetti sul blog non ho ancora parlato molto di Francesco, il piccoletto di casa.
Primo, e lo so che già vi sto antipatica, perché è un angelo ed è come non averlo tanto è bravo.
Poi perché, destino segnato per bambini nati in inverno e con un fratello già in casa, ha passato il Natale con la bronchiolite e tra aerosol, cortisone e antibiotici non avevo molto tempo per raccontare quanto sia bello avere due bambini.
Infine, perché le fasi che sta passando Tommaso, ormai quasi tre anni, sono più ricche di significati e hanno bisogno di essere raccontate.

Ad ogni modo ieri, alla tenera età di cinque mesi, a Francesco è stato dato il via libera allo svezzamento: è un bel bimbotto, l’ho allattato sempre e continuo a farlo anche se alterno seno e biberon artificiale, e ha bisogno di mangiare perché il periodo di malattia l’ha fatto un po’ calare di peso (non si nota per nulla, ma tant’è). Ora, io non ci credevo, ma sono passati solo due anni e mezzo e non ricordo nulla!
Tempi, dosi, brodini, liofilizzati…

Avere un secondo figlio è da una parte come andare in bicicletta, per cui ormai come muovere le gambe lo sai e non puoi sbagliare, dall’altra è tutto nuovo: i bambini sono diversi, hanno tempi, caratteristiche, caratteri diversi e come tali vanno studiati.
E così questa mattina l’ho avvicinato con il primo cucchiaino colmo di passato di mele.
Mi ha guardato incuriosito, ma la bocca non l’ha aperta al volo e quando l’ha fatto e la mela è finita sulla sua linguetta, nella bocca e sulle labbra ha fatto la faccia di un adulto che ficca i denti in una fetta di limone, senza neanche il piacere di aver bevuto prima un bicchierino di vodka!
Disgusto puro.
Insomma, non sembra molto convinto della faccenda.

Per dire, suo fratello alla stessa età si lanciò sul suo primo cucchiaino con avidità e piacere, come se non aspettasse altro.

Domani ci riproviamo.

One Reply to “La prima pappa: ricomincio da capo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.