La pasta al pesto con patate e fagiolini

La pasta al pesto con patate e fagiolini

Il fatto è che ultimamente sono in fissa con la pasta fatta in casa, all’uovo. Buona!
Ecco, io non lo credevo: non credevo davvero potesse diventare la mia passione e quella di tutta la famiglia.
Ogni buon piatto di pasta degno di questo nome prevede anche un condimento che lo innalzi e gratifichi ancor più il palato di chi mangia.

Un’altra delle passioni di casa è il pesto, anche quello fatto in casa, anche se ammetto di non possedere basilico genovese dop  e confesso che spesso – amici liguri – ho peccato e ho comprato quello pronto in gastronomia.

L’altro giorno però ho guardato il mio steam blender di Hotpoint-Ariston e ho capito che saremmo diventati molto amici perché, ancor prima di mettermi all’opera, ho capito cosa avrebbe potuto fare per me.
Mi sono limitata a regalargli gli ingredienti migliori e a lavorarli con le sue lame e con il suo vapore; il piatto, godurioso e saporito, è venuto praticamente da solo.

Ecco come ho realizzato i miei spaghetti freschi al pesto con patate e fagiolini (per 4 persone):

  • 300g (circa) di pasta fresca: 260g di farina, 40g di semola di grano duro, un pizzico di sale e 3 tuorli
  • 100g di foglie di basilico
  • 2 cucchiai di Parmigiano-Reggiano
  •  2 cucchiai di pecorino
  • 1 spicchio di aglio
  • 150ml di olio extravergine
  • 100g di pinoli (50g per il pesto e 50g per servire)
  • 3 noci 
  • 200 grammi Patate a pasta gialla
  • 200 grammi Fagiolini piccoli
  • sale

Per prima cosa ho preparato la pasta fresca, impastando gli ingredienti, lasciandola riposare almeno mezz’ora e tirandola poi per fare i miei spaghetti. Ovviamente, potete anche usare della pasta secca, meglio se spaghetti, bavette o le classiche trofie liguri. Poi ho messo a cuocere nello Steam Blender di Hotpoint-Ariston le verdure: fagiolini freschi, lavati e spuntati, e patate. Ho messo a bollire l’acqua per la pasta, salandola. Una volta cotte le verdure, con le patate tagliate a dadini e i fagiolini divisi a metà basteranno una ventina di minuti. Ho asciugato il bicchiere del frullatore e inserito tutti gli ingredienti, escluso l’olio, e azionato a velocità 2. Ho cominciato poi a versare l’olio a filo e ottenuto il mio pesto. In una padella antiaderente ho prima tostato i pinoli, poi aggiunto un cucchiaio d’olio, le patate a tocchetti e i fagiolini e saltato il tutto. Ho aggiunto la pasta alle verdure e infine unito il pesto, la quantità vedetela voi, dipende da quanto condimento vogliate.

#erabuono
#erabuono


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.