Ecco la novità: di cibo e di belle collaborazioni

Buongiorno e buon lunedì!

Sono ormai diversi post che vi parlo di grandi novità lavorative di cui non posso raccontarvi molto, ma forse i più attenti sui social avranno notato qualcosina, come le mie foto scattate ad Assago.

Da febbraio infatti lavoro con Buitoni e per questo marchio nei prossimi mesi farò tante cose che scoprirete solo seguendomi e seguendo il sito e i social di Buitoni, appunto. Ma non è una collaborazione qualunque…

Quello che voglio raccontarvi è prima di tutto cosa faccio, perché è una novità assoluta nel campo dei rapporti tra brand e foodblogger e soprattutto perché è un progetto che mi è piaciuto sin dall’inizio.

Non tutti, anzi pochissimi, sanno che nella sede di Buitoni c’è una cucina, anzi due: una professionale (proprio quelle belle di acciaio, con piastre a induzione e ben quattro forni per ogni esigenza) e una, chiamata “Cucina foodblogger” che riproduce quella che potrebbe essere una classica cucina casalinga: fornelli a gas, un solo forno e un frigo di dimensioni normalissime. A cosa servono queste cucine? La prima è usata quotidianamente per testare i prodotti in commercio, provarne di nuovi e verificare ogni giorno ricettazioni, tempi di cottura, gusto: praticamente tutto quello che leggete sulle confezioni.

Sono infatti la “Resident foodblogger” di Buitoni.

Questo nome fa molto DJ, solo che invece di essere a Ibiza a far ballare le persone, sono ad Assago a farle mangiare. L’entusiasmo però è lo stesso!

La cosa bella di questa collaborazione è infatti che non mi limiterò a preparare per loro ricette, magari fotografarle o essere protagonista di alcuni video in cui mi vedrete nei prossimi mesi (come spesso accade a foodblogger conosciuti e che lavorano con varie aziende), ma sono parte integrante del team Buitoni, più di trenta persone a cui mi sono presentata nel corso di ben due pranzi preparati da me e che prevedevano in menù del “cibo per farmi conoscere”: la mitica carbonara, quiche alla cacio e pepe, salmone e patate, cupcake al caffè.

Come vedete la mia anima comfort e molto foodie rimane sempre, ma subirà un upgrade grazie al fatto che preparerò tantissime ricette con i prodotti Buitoni e nelle cucine di Buitoni. Vi assicuro che il salto è grosso: un conto è fare la foodblogger a casa propria e cucinare magari per i proprio cari interrompendoli prima di ogni boccone per una foto, e un conto è sapere che quanto cucinerai verrà testato da chi non conosci e che testa per lavoro i prodotti e sai anche che il tuo parere potrebbe contare su quello che finirà negli scaffali e di conseguenza nei carrelli della spesa di molti italiani.

Sul blog non vi parlerò di questa cosa costantemente, ma magari una volta al mese farò una piccola classifica delle ricette (tantissime)più comfort che sto preparando per lavoro.

Chiaramente non mancherò di postare ancora le mie ricette, quelle che alla fine, quando la sera torno a casa, ancora preparo per la mia famiglia o solo per il piacere di cucinare a prescindere da qualunque tipo di collaborazione o lavoro.

In conclusione, quello che ci tenevo a farvi sapere è:

  • Che cucino sempre molto, anzi di più
  • Che mi piace quello che faccio, sempre di più
  • Che sono felice quando incontro davvero dei bei progetti e soprattutto mi capita di avere a che fare con persone che mi piacciono
  • E infine quello che vorrei sapeste, cosa che a suo tempo ha fatto piacere anche a me, è che Buitoni, come tante aziende, ha le sue fabbriche dove produce quel che comprate, ma poi nel cuore dello sviluppo ci sono sia chef che persone normali a provare prima di voi cosa viene bene e cosa no. Una di quelle persone, per i prossimi mesi, sarò io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.