Quando un bambino cade

P&G, la multinazionale Procter&Gamble, ci rifà. O meglio, una volta che hai capito come far piangere migliaia di mamme in tutto il mondo (che detto tra noi è pure una roba facile visto che l’equazione è nota: “bambini+mamme+fatiche sportive+successi e/o sconfitte=coinvolgimento assicurato”) perché non farlo in qualunque occasione? E così, dopo la campagna durante le

5 cose che magari sapevi già fare, ma da quando sei mamma di più

Ci sono delle qualità che uno ha o non ha. Poi ce ne sono altre che si possono coltivare. Infine, ci sono quelle capacità che magari uno già sapeva di avere, ma quando si diventa mamme quelle stesse capacità migliorano. È come fare un master, o meglio è come avere un PH.D., con l’unica sfiga

Controcampo materno: quando la protagonista non sei più tu

A un certo punto ti accorgi che non ci sei più tu, lì sul grande schermo. Perché i film, quelli che ti sono sempre piaciuti, hanno sempre avuto te come protagonista. Sono stata Rossella; Baby; Lelaina; Summer; Shelby; Sally, ma anche Harry; sono stata Gena; sono Amelie (ancora); sono stata sia Jesse che Celine; sono stata tutti i ragazzi dell’Attimo fuggente e

Uno è culo, due siamo bravi noi.

Da quando sono rimasta incinta di Francesco mi sono ritrovata con persone intorno, parenti compresi, che sostenevano simpaticamente che non era assolutamente detto che il secondo figlio potesse venire bravo e buono come Tommaso. Io mi limitavo a sostenere semplicemente che  – “core de mamma” – nessuno sarebbe potuto essere più bello di Tommaso. Il

La prima festa di Natale a scuola: timidezza o carattere?

Ieri abbiamo partecipato – Tom, l’UdR ed io – alla prima festicciola natalizia della scuola: una mattinata trascorsa tra le mura scolastiche che per l’occasione si sono aperte a genitori e parenti. Un’occasione per stare insieme agli altri bimbi, farsi gli auguri e vedere come si comporta il proprio piccolo in mezzo a tanta gente.

Quando arriva davvero il primo natale di un bambino?

L’anno scorso ho festeggiato il mio primo Natale con Tommaso ed è stato bellissimo, anche se – come detto – alla fine è stata solo una prova generale per gli anni a venire. È stato bello rendersi conto che, dall’anno scorso in poi, c’è nella tua vita qualcuno a cui far vivere il Natale come

Influenza e malanni di stagione nei bambini: piccolo manuale di sopravvivenza per genitori

Ok, ieri ho voluto scherzare, ma in realtà dicevo proprio sul serio e il problema di come somministrate le medicine a Tommaso rimane una questione aperta dato che, puntuale come ogni anno, è arrivata la febbre. Già, ci risiamo, arriva l’inverno e con esso i primi malanni di stagione: naso chiuso, quel pizzicore alla gola,

Lavarsi i denti: mamma, ricordati di ricordare

Arriva un bel giorno in cui accanto al tuo spazzolino appare un piccolo spazzolino e un profumatissimo dentifricio colorato: è il giorno in cui tuo figlio ha ormai tanti piccoli dentini in bocca e quei denti tocca cominciare a lavarli. Ora, se insegnare a un bambino a fare la pipì nel vasino è un’impresa piuttosto