I biscotti: ideali dalla colazione all’ammazza caffè

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo”] Iniziamo con una ricetta, come sempre di quelle buone e che siano perfette per garantire un buon risveglio tutta la settimana. È da un paio di mesi che mi cimento nei biscotti, nel senso bis-cotti: cotti due volte. Ho cominciato guardando un video di Giulia, poi chiedendo a Giulia le

Popcorn: appiccicosissimo comfort food

Sfido chiunque a non far rientrare i popcorn nella categoria del comfort food. Che ve li prepariate in caso con i chicchi di mai o che usiate quelli da microonde poco importa: la sera, sul divano, con un bel film pronto a partire, i popcorn caldi sono l’ideale per dichiarare chiusa la settimana. Parlando di

Qual è il tuo comfort food espresso?

Su Comfort Foodie (parlo del mio ultimo libro che chiaramente avete già tutti) c’è un capitolo dedicato al comfort food che proprio non si può preparare, ma che è giusto comprare e mangiare all’istante: Nutella, Peanut Butter, Häagen-Dazs… C’è da dire che in Italia abbiamo ottimo prodotti freschi e non abbiamo certo bisogno di tutte quelle

La panatura salata passepartout

Le briciole mi piacciono e penso ne sentirete parlare spesso su questo blog. Nella categoria “briciole” ricadono tutti quei piatti che hanno a che fare con: mollica di pane, composti briciolosi, ovvero crumbles, e panature varie. Una cosa che non manca mai nel mio frigorifero è la panatura mista, che viene rinfrescata – se così

Shortbread: i biscotti con i piedini

Una coperta scozzese. Conoscete immagine più calda e avvolgente? Mettete al suo fianco un vassoio con tè inglese di quello buono e un piccolo cestino ricolmo di shortbread e siete subito al di là della Manica. I migliori shortbread commerciali sono i Walkers, credo concorderete con me: le belle scatole in latta per le festività,

Ho scritto t’amo su una Big Americans. Di Comfort Food, Blogfest e nuovi arrivi

Ripartiamo dalle basi. Dalle basi di questo sito, ma non solo. Settembre è il gennaio di chi non ha pazienza. Il vero nuovo anno, per chi ama tirare le fila e fare bilanci più di una volta l’anno, inizia dopo il Capodanno estivo, ovvero Ferragosto. E quest’anno per me il finale di agosto ha segnato