Alla Festa della Rete sarò ovunque, ma soprattutto in cucina

Alla Festa della Rete sarò ovunque, ma soprattutto in cucina

Domani si parte per la Festa della Rete, la tre giorni che ormai da anni unisce tutto ciò che abbia a che fare con internet, in Italia.

È la mia prima edizione riminese, dato che l’anno scorso ero impegnata con il neonato Francesco. Quest’anno ho ripreso in mano le aree Food e Kids e grazie alla collaborazione di donne meravigliose, che ringrazio sin da ora – Paola Sucato, Mariachiara Montera, Francesca Romana Barberini, Jolanda Restano, Elisa Salamini e Federica Visconti – abbiamo messo in piedi un programma ricco e molto interessante, tanto quanto quello delle altre aree che fanno parte del mega programma #FDR14 e che hanno a che fare con i media, il fashion e l’economia.

Tra gli appuntamenti da seguire, praticamente tutti interessanti, per cui starà a voi destreggiarvi tra le location, ci saranno anche due miei interventi.

Un panel dedicato al comfort food, durante il quale avrò l’onore di chiacchierare del mio tema preferito con grandi nomi del panorama food, come: Lara T. Gilmore Bottura, Marco Parizzi, Giulia Scarpaleggia, Sandra Salerno, Sonia Peronaci e Martina Liverani.

E poi il mio “Corso di cucina per soli maschi (ma non per maschi soli). Badate bene: il titolo cita “per maschi”, ma è rivolto a tutti quelli che in cucina non passano mai, se non per aprire il frigorifero e mangiare quel che capita.

Padri di famiglia, mammoni incalliti, cuochi della domenica e molte donne che hanno la fortuna di avere in casa un appassionato di Masterchef che pensa a tutto, impareranno – grazie alla praticità dei prodotti “Buitoni Idea Per…” e il nuovissimo Papiro –  come presentare piatti semplici e ricchi di gusto senza rischiare di fare brutta figura. E per chi in cucina già sa muoversi? Nessun problema, qualche utile consiglio per creare il proprio comfort food quotidiano serve a tutti!

Il corso nasce a seguito di una mia visita alla sede di Buitoni per la presentazione di Papiro, di cui vedete qualche anticipazione nelle foto, e a una piacevole conversazione con chi lavora e studia come mangiano gli italiani che mi ha illuminata, soprattutto quando ho saputo che la maggioranza delle famiglie italiane quando mangia la fettina di pollo la prepara così, come viene: due giri in padella e un filo d’olio.

Io, normalmente, se me lo ricordo per tempo, ho l’abitudine di marinare le fettine di pollo, in modo da renderle succose e saporite. Ecco, molti, tanti, non lo fanno. È per questo che in Buitoni si sono fatti venire in mente il “Papiro”: un foglio di carta speziata nel quale infilare la vostra fettina di pollo, meglio se un po’ altina, per poi cuocerla in padella senza bisogno di usare grassi in più. Dieci minuti e il pollo è pronto, morbido e succoso, quasi come con la mia marinatura.

Chi mi conosce e mi segue lo sa: sono una foodie molto curiosa e per quanto ami usare prodotti freschi e di stagione, mi capita spesso di fare ricorso a prodotti che aiutino ad accorciare i tempi o le modalità di cottura. Ho avuto una vera e propria cotta per il “Saccoccio”, per capirci, e difficilmente faccio in casa la pasta sfoglia, per cui uso le basi pronte per le mie torte salate. Questo per dire che il comfort in cucina spesso passa anche dal supermercato. Soprattutto quando si deve preparare ogni giorno qualcosa e si ha poco tempo per mettersi ai fornelli.

E sopratutto se ai fornelli non vi ci siete mai messi!

Per questo e per mille altri motivi io vi aspetto a Rimini e mi aspetto che portiate i vostri amici e compagni/e al corso!

Questo slideshow richiede JavaScript.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.